Teatro

Autostrada

Autostrada

con Marinella Manicardi, Luciano Manzalini, Andrea Lupo, Andrea Pierdicca. Scena e costumi Davide Amadei, musiche Antonia Gozzi

Carlo Lucarelli, Luigi Gozzi, Marcello Fois
2006 -

È la piazzola di un'autostrada italiana appena inaugurata, ancora da finire, in una notte del luglio '64. Immaginiamo la tettoia con la fila delle pompe di benzina, immaginiamo il bar con il juke-box e le canzoni del Cantagiro, immaginiamo i camion carichi di frutta per i paesini della costa, che d'estate diventano città da turismo familiare. Siamo nell'Italia del boom economico dove si cominciano ad acquistare frullatori, televisori, automobili e naturalmente vacanze. In questa notte d'estate qualcuno avverte la Questura che è successo qualcosa nella piazzola. Anzi dietro. Dietro le pompe, dietro il bar, dietro, dove ci sono i gabinetti, poi solo la campagna. In quella zona che è insieme parcheggio, sosta, ristoro e scambio: di merci come di persone, lì, si è consumato (anche questo è consumo) un delitto. Infatti c'è un corpo. Appartiene a un camionista che lavorava anche per la ditta appaltatrice dei lavori autostradali. Ammazzato. Il giallo scritto a sei mani da Gozzi, Fois e Lucarelli, racconta un delitto inventato ma storicamente probabile in un paese che si stava trasformando rapidamente, tra canzoni, quiz televisivi, appalti truccati, piani eversivi, logge segrete.